CALORE DI SCARTO

La fase di cottura del prodotto ceramico deve portare il materiale alla temperatura di 1250°C; la stessa massa deve poi essere raffreddata, in modo da raggiungere la temperatura di 80°C a fine ciclo di lavorazione.
Del totale dell’energia immessa nel forno:

  • Solo il 25% è necessario per la trasformazione della materia prima.

Il restante 75% si compone di:

  • Fumi (20%);

  • Per il 55% di calore di scarto, dovuto al raffreddamento.

È qui che si può intervenire con il recupero!

1,5 miliardi di metri cubi all'anno

1800 di GhW all'anno

Il processo di produzione della ceramica richiede, quindi, un notevole impiego di energia, soprattutto termica, per
raggiungere le elevate temperature necessarie alla trasformazione della materia prima.


La combustione del gas metano necessario al processo genera una grande quantità di energia sottoforma di calore che
in gran parte viene scaricato in atmosfera, quindi non riutilizzato.